venerdì 17 novembre 2017

Amore nelle epistole e nel vangelo di Giovanni


Amore nelle epistole e nel vangelo di Giovanni ------------------------------------------------------------------------------------ Con questo post vorrei evidenziare come Giovanni nei suoi scritti neo testamentari abbia evidenziato l'AMOREnelle sue diverse declinazioni ed espressioni dando la giusta importanza a questo sentimento esaltato da Cristo Gesù che lo personifica in modo esemplare e perfetto come vediamo in: ----------------------------------------------------------------------------------------------------------- Giovanni 5:42 ma so che non avete l'amore di Dio in voi. Giovanni 13:35 Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri» Giovanni 15:9 Come il Padre mi ha amato, così anch'io ho amato voi; dimorate nel mio amore. Giovanni 15:10 Se osservate i miei comandamenti, dimorerete nel mio amore; come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e dimoro nel suo amore. Giovanni 15:13 Nessuno ha amore più grande di quello di dare la sua vita per i suoi Giovanni 17:26 e io ho fatto loro conoscere il tuo nome, e lo farò conoscere, affinché l'amore del quale tu mi hai amato sia in loro, e io in loro». amici. 1Giovanni 2:5 ma chi osserva la sua parola, in lui l'amore di Dio è veramente completo. Da questo conosciamo che siamo in lui: 1Giovanni 2:15 Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l'amore del Padre non è in lui. 1Giovanni 3:1 Vedete quale amore ci ha manifestato il Padre, dandoci di essere chiamati figli di Dio! E tali siamo. Per questo il mondo non ci conosce: perché non ha conosciuto lui. 1Giovanni 3:16 Da questo abbiamo conosciuto l'amore: egli ha dato la sua vita per noi; anche noi dobbiamo dare la nostra vita per i fratelli. 1Giovanni 3:17 Ma se qualcuno possiede dei beni di questo mondo e vede suo fratello nel bisogno e non ha pietà di lui, come potrebbe l'amore di Dio essere in lui? 1Giovanni 4:7 Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio e chiunque ama è nato da Dio e conosce Dio. 1Giovanni 4:8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. 1Giovanni 4:9 In questo si è manifestato per noi l'amore di Dio: che Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo affinché, per mezzo di lui, vivessimo. 1Giovanni 4:10 In questo è l'amore: non che noi abbiamo amato Dio, ma che egli ha amato noi, e ha mandato suo Figlio per essere il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati. 1Giovanni 4:12 Nessuno ha mai visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e il suo amore diventa perfetto in noi. 1Giovanni 4:16 Noi abbiamo conosciuto l'amore che Dio ha per noi, e vi abbiamo creduto. Dio è amore; e chi rimane nell'amore rimane in Dio e Dio rimane in lui. 1Giovanni 4:17 In questo l'amore è reso perfetto in noi: che nel giorno del giudizio abbiamo fiducia, perché qual egli è, tali siamo anche noi in questo mondo. 1Giovanni 4:18 Nell'amore non c'è paura; anzi, l'amore perfetto caccia via la paura, perché chi ha paura teme un castigo. Quindi chi ha paura non è perfetto nell'amore. 1Giovanni 5:3 Perché questo è l'amore di Dio: che osserviamo i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi. 2Giovanni 3 grazia, misericordia e pace saranno con noi da parte di Dio Padre e di Gesù Cristo, il Figlio del Padre, nella verità e nell'amore. 2Giovanni 6 In questo è l'amore: che camminiamo secondo i suoi comandamenti. Questo è il comandamento in cui dovete camminare come avete imparato fin da principio. 3Giovanni 6 Questi hanno reso testimonianza del tuo amore, davanti alla chiesa; e farai bene a provvedere al loro viaggio in modo degno di Dio; 3Giovanni 7 perché sono partiti per amore del nome di Cristo, senza prender niente dai pagani. Giovanni 3:16 Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 13:1 Or prima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era venuta per lui l'ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine. Giovanni 14:21 Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io lo amerò e mi manifesterò a lui». Giovanni 15:9 Come il Padre mi ha amato, così anch'io ho amato voi; dimorate nel mio amore. Giovanni 15:12 Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi. Giovanni 16:27 poiché il Padre stesso vi ama, perché mi avete amato e avete creduto che sono proceduto da Dio. Giovanni 17:23 io in loro e tu in me; affinché siano perfetti nell'unità, e affinché il mondo conosca che tu mi hai mandato, e che li ami come hai amato me. Giovanni 17:24 Padre, io voglio che dove sono io, siano con me anche quelli che tu mi hai dati, affinché vedano la mia gloria che tu mi hai data; poiché mi hai amato prima della fondazione del mondo. Giovanni 17:26 e io ho fatto loro conoscere il tuo nome, e lo farò conoscere, affinché l'amore del quale tu mi hai amato sia in loro, e io in loro». 1Giovanni 4:10 In questo è l'amore: non che noi abbiamo amato Dio, ma che egli ha amato noi, e ha mandato suo Figlio per essere il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati. 1Giovanni 4:20 Se uno dice: «Io amo Dio», ma odia suo fratello, è bugiardo; perché chi non ama suo fratello che ha visto, non può amare Dio che non ha visto. Giovanni 3:35 Il Padre ama il Figlio, e gli ha dato ogni cosa in mano. Giovanni 5:20 Perché il Padre ama il Figlio, e gli mostra tutto quello che egli fa; e gli mostrerà opere maggiori di queste, affinché ne restiate meravigliati. Giovanni 10:17 Per questo mi ama il Padre; perché io depongo la mia vita per riprenderla poi. Giovanni 12:25 Chi ama la sua vita, la perde, e chi odia la sua vita in questo mondo, la conserverà in vita eterna. Giovanni 14:21 Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io lo amerò e mi manifesterò a lui». 1Giovanni 2:10 Chi ama suo fratello rimane nella luce e non c'è nulla in lui che lo faccia inciampare. o 1Giovanni 2:15 Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l'amore del Padre non è in lui. 1Giovanni 3:10 In questo si distinguono i figli di Dio dai figli del diavolo: chiunque non pratica la giustizia non è da Dio; come pure chi non ama suo fratello. 1Giovanni 3:14 Noi sappiamo che siamo passati dalla morte alla vita, perché amiamo i fratelli. Chi non ama rimane nella morte. 1Giovanni 4:7 Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio e chiunque ama è nato da Dio e conosce Dio. 1Giovanni 4:8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. 1Giovanni 4:20 Se uno dice: «Io amo Dio», ma odia suo fratello, è bugiardo; perché chi non ama suo fratello che ha visto, non può amare Dio che non ha visto. 1Giovanni 4:21 Questo è il comandamento che abbiamo ricevuto da lui: che chi ama Dio ami anche suo fratello. 1Giovanni 5:1 Chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio; e chiunque ama colui che ha generato, ama anche chi è stato da lui generato. Giovanni 14:23 Gesù gli rispose: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola; e il Padre mio l'amerà, e noi verremo da lui e dimoreremo presso di lui. Giovanni 14:24 Chi non mi ama non osserva le mie parole; e la parola che voi udite non è mia, ma è del Padre che mi ha mandato. Giovanni 16:27 poiché il Padre stesso vi ama, perché mi avete amato e avete creduto che sono proceduto da Dio Giovanni 13:1 Or prima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era venuta per lui l'ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine. Giovanni 14:31 ma così avviene affinché il mondo conosca che amo il Padre e opero come il Padre mi ha ordinato. Alzatevi, andiamo via di qui. 1Giovanni 4:20 Se uno dice: «Io amo Dio», ma odia suo fratello, è bugiardo; perché chi non ama suo fratello che ha visto, non può amare Dio che non ha visto. 2Giovanni 1 L'anziano alla signora eletta e ai suoi figli che io amo nella verità (e non solo io ma anche tutti quelli che hanno conosciuto la verità 3Giovanni 1 L'anziano al carissimo Gaio, che io amo nella verità. Giovanni 14:15 «Se voi mi amate, osserverete i miei comandamenti; 1Giovanni 2:15 Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l'amore del Padre non è in lui. Giovanni 13:34 Io vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri. Come io vi ho amati, anche voi amatevi gli uni gli altri. 1Giovanni 4:11 Carissimi, se Dio ci ha tanto amati, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri. 1Giovanni 4:19 Noi amiamo perché egli ci ha amati per primo. ----------------------------------------------------------------------------------------------------- Esaminiamoci alla luce di questi scritti giovannei e vediamo se noi manifestiamo,pratichiamo,viviamo questo AMORE secondo la volontà di Dio in Cristo Gesù e se non lo facciamo cambiamo rotta affinchè possiamo divenire concretamente un sale saporito e una luce evidente della Buona Novella.Amen ? dal vostro fratello Barnabè Robertocon . AMORE

martedì 4 aprile 2017

Aggiornamento Blog Barnabè Roberto aprile 2017


Aggiornamento Blog Barnabè Roberto aprile 2017
------------------------------------------------- TESTIMONIANZE AMORE EVANGELICO ------------------------------------ http://amoreevangelico.blogspot.it ---------------------------------------- Primo blog di testimonianze pratiche della fede personale in Cristo Gesù (dal 1990) di Barnabè Roberto evangelico faentino classe 1956 con patologie croniche ------------------------------------------------------- EVANGELO SENZA BARRIERE -----------------------------
----------------------------------------------- http://evangelonobarriere.blogspot.it -------------------------------------------- Blog per rendere maggiormente accessibile l'evangelo e tutta la verità rivelata alle persone cui i limiti fisici rendono difficile l'approccio alla scrittura tradizionale o alle relazioni comunitarie ------------------------------------------------------------------------------ RETE DI ASCOLTO E AIUTO EVANGELICO --------------------------------------
------------------------------------------- http://reteascoltoaiutoevangelico.blogspot.it---http://www.autoaiutievangelici.it--- -------------------------------------------------------------------------------------- Blog solidale di auto aiuto evangelico alle persone con difficoltà relazional,sociali e fisici ------------------------------------------------------------------------------------------- RIFORMA PROTESTANTE IN ROMAGNA NEI SECOLI ----------------------------------------------- -------------------------------------------- http://riformaprotestaneromagna.blogspot.it.it ----------------------------------------------------- Blog creato in vista dei 500 anni della riforma protestante (31-ottobre-2017) come compimento della tesi della riforma protestante in Romagna svolto nel 2001 per il corso superiore di cultura biblica da Barnabè Roberto ------------------------------------------------------- LaMiaGrazia Ti Basta ------------------------------------ ------------------------------------------------------- http://blog.libero.it/FEDEconMALATTIA ----------------------------------------------------- Diario di Testimonianze di Fede nella Malattia e nell'Handicap di Roberto Barnabè ad Imitazione di Paolo (2 CORINZI 12:05/10) ---------------------------------------------- Faenza 4-aprile-2017- Barnabè Roberto

lunedì 18 aprile 2016

60 anni nuovo inizio


60 anni nuovo inizio
A differenza dei miei post pubblicati negli altri anniversari passati(50 anni del compleanno nel 2006 e i 10 o i 25 anni dalla conversione rispettivamente nell'anno 2000 e 2015)questa volta domani 19 aprile 2016 in cui compio i fatidici 60 anni(in cui da ragazzo e da giovane vedevo l'inizio della vecchiaia cosa ora per me non più verosimile) piuttosto che scrivere un memoriale del tempo passato e rivivere il mio percorso di vita trascorso vorrei cambiare approccio e scrivere in prospettiva futura e lanciarmi a nuove sfide e obiettivi sia di vita che di servizio cristiano;ciò dovuto dagli ultimi avvenimenti e doni del Signore come quello prossimo di una casa popolare a canone agevolato notizia attesa oltre da 8 anni che mi facilita molto il mio vivere materiale e il raggiungimento futuro di un desiderio da molti anni atteso come la visita di Israele nazione e popolo che ho molto a cuore e anche nella carne (la mia spina della carne del Morbo di Parkinson che sta progredendo ora con il tremore all'arto destro è originata dal lavoro in cui anni facevo uso di un gas il bromuro di metile proveniente da "Be'er Sheva" -in ebraico: "באר שבע‎" letteralmente "pozzo dei sette" o "sette pozzi"-località biblica tuttora in Israele)Vorrei così ringraziare l'Eterno in modo adeguato come fecero due donne che ebbero grandissimi privilegi da Lui esse furono Anna e Maria come vediamo in : 1Samuele 2 1 Allora Anna pregò e disse: «Il mio cuore esulta nel SIGNORE, il SIGNORE ha innalzato la mia potenza, la mia bocca si apre contro i miei nemici perché gioisco nella tua salvezza. 2 Nessuno è santo come il SIGNORE, poiché non c'è altro Dio all'infuori di te; e non c'è rocca pari al nostro Dio. 3 Non parlate più con tanto orgoglio; non esca più l'arroganza dalla vostra bocca; poiché il SIGNORE è un Dio che sa tutto e da lui sono pesate le azioni dell'uomo. 4 L'arco dei potenti è spezzato, ma quelli che vacillano sono rivestiti di forza. 5 Quelli che una volta erano sazi si offrono a giornata per il pane, e quanti erano affamati ora hanno riposo. La sterile partorisce sette volte, ma la donna che aveva molti figli diventa fiacca. 6 Il SIGNORE fa morire e fa vivere; fa scendere nel soggiorno dei morti e ne fa risalire. 7 Il SIGNORE fa impoverire e fa arricchire, egli abbassa e innalza. 8 Alza il misero dalla polvere e innalza il povero dal letame, per farli sedere con i nobili, per farli eredi di un trono di gloria; poiché le colonne della terra sono del SIGNORE e su queste ha poggiato il mondo. 9 Egli veglierà sui passi dei suoi fedeli, ma gli empi periranno nelle tenebre; infatti l'uomo non trionferà per la sua forza. 10 Gli avversari del SIGNORE saranno frantumati; egli tuonerà contro di essi dal cielo; il SIGNORE giudicherà l'estremità della terra e darà forza al suo re; innalzerà la potenza del suo unto». Luca 1:46-55 46 E Maria disse: «L'anima mia magnifica il Signore, 47 e lo spirito mio esulta in Dio, mio Salvatore, 48 perché egli ha guardato alla bassezza della sua serva. Da ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata, 49 perché grandi cose mi ha fatte il Potente. Santo è il suo nome; 50 e la sua misericordia si estende di generazione in generazione su quelli che lo temono. 51 Egli ha operato potentemente con il suo braccio; ha disperso quelli che erano superbi nei pensieri del loro cuore; 52 ha detronizzato i potenti, e ha innalzato gli umili; 53 ha colmato di beni gli affamati, e ha rimandato a mani vuote i ricchi. 54 Ha soccorso Israele, suo servitore, ricordandosi della misericordia, 55 di cui aveva parlato ai nostri padri, verso Abraamo e verso la sua discendenza per sempre». Quindi a partire dal 19 aprile 2016 faccio miei questi magnifici cantici affidando tutto me stesso intero in corpo e spirito come suo Tempio consacrato(oltre che intercedendo per la salvezza eterna dei miei cari) al nostro magnifico,onnipotente,onnisciente Iddio d'Amore per il tempo futuro di novello sessantenne che guardo e (Filippesi 3:14) corro verso la mèta per ottenere il premio della celeste vocazione di Dio in Cristo Gesù. Vostro Roberto Barnabè

domenica 27 marzo 2016

il Giorno di Pasqua (Pesach)


il Giorno di Pasqua (Pesach) Facendo la ricerca per preparare la guida del culto di oggi (domenica 27 marzo 2016)in cui nel mondo cristiano si celebra la Pasqua ho potuto costatare che questa data non corrisponde assolutamente alla data in cui Dio ha istituito la Pasqua e che è rimasta inalterata nelle celebrazioni menzionate nella scrittura come vediamo in: Esodo 12:6 Lo serberete fino al quattordicesimo giorno di questo mese, e tutta la comunità d'Israele, riunita, lo sacrificherà al tramonto. Levitico 23:5 Il primo mese, il quattordicesimo giorno del mese, sull'imbrunire, sarà la Pasqua del SIGNORE; Numeri 9:2 «I figli d'Israele celebreranno la Pasqua alla data stabilita. Numeri 9:3 La celebrerete nel tempo stabilito, il quattordicesimo giorno di questo mese, all'imbrunire; la celebrerete secondo tutte le leggi e le prescrizioni che vi si riferiscono». Giosuè 5:10 I figli d'Israele si accamparono a Ghilgal e, sulla sera del quattordicesimo giorno del mese, celebrarono la Pasqua nelle pianure di Gerico. Ezechiele 45:21 Il quattordicesimo giorno del primo mese avrete la Pasqua. La festa durerà sette giorni; si mangeranno pani senza lievito. Così vedendo nel vangelo di Giovanni che gli ultimi avvenimenti della vita terrena di Gesù che precedevano il suo sacrificio sulla croce del Golgota come novello agnello di Dio si svolgevano durante le celebrazioni della Pasqua (Pesach) ebraica: Giovanni 11:55 La Pasqua dei Giudei era vicina e molti di quella regione salirono a Gerusalemme prima della Pasqua per purificarsi. Giovanni 12:1 Gesù dunque, sei giorni prima della Pasqua, andò a Betania dov'era Lazzaro che egli aveva risuscitato dai morti. Giovanni 13:1 Or prima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era venuta per lui l'ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine. Giovanni 18:28 Poi, da Caiafa, condussero Gesù nel pretorio. Era mattina, ed essi non entrarono nel pretorio per non contaminarsi e poter così mangiare la Pasqua. Giovanni 18:39 Ma voi avete l'usanza che io vi liberi uno per la Pasqua; volete dunque che vi liberi il re dei Giudei?» Giovanni 19:14 Era la preparazione della Pasqua, ed era l'ora sesta. Egli disse ai Giudei: «Ecco il vostro re!» La data di oggi 27 marzo nel 2016 secondo il calendario ebraico è il 17 Adar non corrisponde alla data stabilita per la Pasqua della sera del 14 Nisan che per l'anno in corso corrisponde al 23 aprile ,cosicchè non capisco perchè il calendario gregoriano abbia stabilito questa data per la Pasqua cristiana in quanto Cristo stesso partecipava a quella ebraica secondo il calendario stabilito dall'Eterno. Per concludere questa mia breve riflessione vorrei lasciarvi con dei versetti che manifestano la realtà della Pasqua cristiana per noi: 1Corinzi 5:6-8 6 Il vostro vanto non è una buona cosa. Non sapete che un po' di lievito fa lievitare tutta la pasta? 7 Purificatevi del vecchio lievito, per essere una nuova pasta, come già siete senza lievito. Poiché anche la nostra Pasqua, cioè Cristo, è stata immolata. 8 Celebriamo dunque la festa, non con vecchio lievito, né con lievito di malizia e di malvagità, ma con gli azzimi della sincerità e della verità. cristiana - AMEN Roberto-

giovedì 31 dicembre 2015

Pensieri dal 2015 per il 2016

(immagine:torta delle mie nozze d'argento con l'Eterno ricorso lo scorso 16 marzo)
Pensieri dal 2015 per il 2016 Anche quest'anno siamo arrivati al termine dei 365 giorni in cui posso dire che la mia situazione fisica non è migliorata nè peggiorata ma modificata cioè le patologie più vecchie di cui soffro cioè il Parkinson e il Diabete sono sotto controllo dal punto di vista farmacologico e del controllo dei sintomi mentre sono comparse problematiche ematologiche e nefrologiche non presenti prima.Mentre invece la situazione di molti miei conoscenti e famigliari dal punto di vista sanitario e fisico si è molto aggravata. Dal punto di vista delle necessità materiali il Signore mi ha provveduto a un nuovo servizio come nonno vigile che mi aiuta ad avere maggiori disponibilità finanziarie per coprire i miei bisogni in tutta tranquillità.La mia vita dal punto di vista spirituale si è assestata ma non è troppo progredita come mi aspettavo o come è la volontà dell'Eterno come anche il progetto del sito di cura pastorale è tutto fermo nonostante i tanti appelli. Per cui per il 2016 affido tutte queste problematiche all'Eterno come quelle del corpo di Cristo locale e nazionale e prego che lo Spirito Santo mi guidi a compiere la sua volontà nei tempi e nelle opere a lui conformi. Come propositi del nuovo anno trovo molto attinente questo brano: 2Corinzi 8 1 Ora, fratelli, vogliamo farvi conoscere la grazia che Dio ha concessa alle chiese di Macedonia, 2 perché nelle molte tribolazioni con cui sono state provate, la loro gioia incontenibile e la loro estrema povertà hanno sovrabbondato nelle ricchezze della loro generosità. 3 Infatti, io ne rendo testimonianza, hanno dato volentieri, secondo i loro mezzi, anzi, oltre i loro mezzi, 4 chiedendoci con molta insistenza il favore di partecipare alla sovvenzione destinata ai santi. 5 E non soltanto hanno contribuito come noi speravamo, ma prima hanno dato se stessi al Signore e poi a noi, per la volontà di Dio. 6 Così, noi abbiamo esortato Tito a completare, anche tra voi, quest'opera di grazia, come l'ha iniziata. 7 Ma siccome abbondate in ogni cosa, in fede, in parola, in conoscenza, in ogni zelo e nell'amore che avete per noi, vedete di abbondare anche in quest'opera di grazia. 8 Non lo dico per darvi un ordine, ma per mettere alla prova, con l'esempio dell'altrui premura, anche la sincerità del vostro amore. 9 Infatti voi conoscete la grazia del nostro Signore Gesù Cristo il quale, essendo ricco, si è fatto povero per voi, affinché, mediante la sua povertà, voi poteste diventare ricchi. 10 Io do, a questo proposito, un consiglio utile a voi che, dall'anno scorso, avete cominciato per primi non solo ad agire ma anche ad avere il desiderio di fare: 11 fate ora in modo di portare a termine il vostro agire; come foste pronti nel volere, siate tali anche nel realizzarlo secondo le vostre possibilità. 12 La buona volontà, quando c'è, è gradita in ragione di quello che uno possiede e non di quello che non ha. 13 Infatti non si tratta di mettere voi nel bisogno per dare sollievo agli altri, ma di seguire un principio di uguaglianza; 14 nelle attuali circostanze, la vostra abbondanza serve a supplire al loro bisogno, perché la loro abbondanza supplisca altresì al vostro bisogno, affinché ci sia uguaglianza, secondo quel che è scritto: 15 «Chi aveva raccolto molto non ne ebbe di troppo, e chi aveva raccolto poco, non ne ebbe troppo poco».16 Ringraziato sia Dio che ha messo in cuore a Tito lo stesso zelo per voi; 17 infatti Tito non solo ha accettato la nostra esortazione, ma mosso da zelo anche maggiore si è spontaneamente messo in cammino per venire da voi. 18 Insieme a lui abbiamo mandato il fratello il cui servizio nel vangelo è apprezzato in tutte le chiese; 19 non solo, ma egli è anche stato scelto dalle chiese come nostro compagno di viaggio in quest'opera di grazia, da noi amministrata per la gloria del Signore stesso e per dimostrare la prontezza dell'animo nostro. 20 Evitiamo così che qualcuno possa biasimarci per quest'abbondante colletta che noi amministriamo; 21 perché ci preoccupiamo di agire onestamente non solo davanti al Signore, ma anche di fronte agli uomini. 22 E con loro abbiamo mandato quel nostro fratello del quale spesso e in molte circostanze abbiamo sperimentato lo zelo; egli è ora più zelante che mai per la grande fiducia che ha in voi. 23 Quanto a Tito, egli è mio compagno e collaboratore in mezzo a voi; quanto ai nostri fratelli, essi sono gli inviati delle chiese, e gloria di Cristo. 24 Date loro dunque, in presenza delle chiese, la prova del vostro amore e mostrate loro che abbiamo ragione di essere fieri di voi. Tantissimi auguri di un proficuo 2016 alla gloria di Cristo Barnabè Roberto

venerdì 5 giugno 2015

Che cos'è normale ?


Che cos'è normale ? Per quello che il mondo vuole imporci tramite i massmedia normale sembra che siano: 1) le donne di una bellezza perfetta,di un solo tipo razziale,con dei corpi al limite dell'anoressia e altre caratteristiche utopiche. 2)uomini con dei corpi atletici,sani senza deficit o imperfezioni,tutti con dei folti capelli e altre caratteristiche che si possono applicare in realtà a delle eccezioni 3)bambini tutti uguali a uno standard e uno stereotipo di perfezione umana irreale 4) l'omosessualità,la bisessualità,il razzismo,l'illegalità,gli scandali e altre condizioni simili che vanno accettate come adeguato standard etico e morale in quanto il peccato secondo le scritture rivelate è qualcosa di superato e antico secondo il relativismo imperante. ??????????????????????????????????????????????????????????? Non è così secondo quello che penso e percepisco interpretando il suo significato secondo ciò 1)che è manifesto nei più autorevoli dizionari di lingua italiana; Normale= che segue,che tiene,che sta nella norma,Conforme alla regola comune.Consueto Norma= regola,modello,istruzione,legge, 2) che è manifesto nella Sacra Bibbia specialmente nel salmo 119 in cui viene definito il concetto di norma (comandamento,statuto,precetto,via,legge,parola): Salmo 119 1 Beati quelli che sono integri nelle loro vie, che camminano secondo la legge del SIGNORE. 2 Beati quelli che osservano i suoi insegnamenti, che lo cercano con tutto il cuore 3 e non commettono il male, ma camminano nelle sue vie. 4 Tu hai dato i tuoi precetti perché siano osservati con cura. 5 Sia ferma la mia condotta nell'osservanza dei tuoi statuti! 6 Non dovrò vergognarmi quando considererò tutti i tuoi comandamenti. 7 Ti celebrerò con cuore retto, imparando i tuoi giusti decreti. 8 Osserverò i tuoi statuti, non abbandonarmi mai. (BET) 9 Come potrà il giovane render pura la sua via? Badando a essa mediante la tua parola. 10 Ti ho cercato con tutto il mio cuore; non lasciare che mi allontani dai tuoi comandamenti. 11 Ho conservato la tua parola nel mio cuore per non peccare contro di te. 12 Tu sei benedetto, o SIGNORE; insegnami i tuoi statuti. 13 Ho enumerato con le mie labbra tutti i giudizi della tua bocca. 14 Gioisco seguendo le tue testimonianze, come se possedessi tutte le ricchezze. 15 Io mediterò sui tuoi precetti e considererò i tuoi sentieri. 16 Mi diletterò nei tuoi statuti e non dimenticherò la tua parola. (GHIMEL) 17 Fa' del bene al tuo servo perché io viva e osservi la tua parola. 18 Apri i miei occhi, e contemplerò le meraviglie della tua legge. 19 Io sono straniero sulla terra; non nascondermi i tuoi comandamenti. 20 L'anima mia si consuma per il desiderio dei tuoi giudizi in ogni tempo. 21 Tu rimproveri i superbi, i maledetti, che si allontanano dai tuoi comandamenti. 22 Togli via da me l'insulto e il disprezzo perché ho osservato le tue testimonianze. 23 Quando i potenti si siedono a sparlare di me, il tuo servo medita i tuoi statuti. 24 Le tue testimonianze sono la mia gioia; esse sono i miei consiglieri. (DALET) 25 L'anima mia è avvilita nella polvere; ravvivami secondo la tua parola. 26 Ti ho confidato le mie vie, e tu m'hai risposto; insegnami i tuoi statuti. 27 Fammi comprendere la via dei tuoi precetti, e io mediterò sui tuoi prodigi. 28 L'anima mia, dal dolore, si consuma in lacrime; dammi sollievo con la tua parola. 29 Tieni lontana da me la via della menzogna e, nella tua grazia, fammi comprendere la tua legge. 30 Io ho scelto la via della fedeltà, ho posto i tuoi giudizi davanti ai miei occhi. 31 Ho aderito ai tuoi statuti; o SIGNORE, non permettere che io sia confuso. 32 Io correrò per la via dei tuoi comandamenti, perché mi hai allargato il cuore. (HE) 33 Insegnami, o SIGNORE, la via dei tuoi statuti e io la seguirò sino alla fine. 34 Dammi intelligenza e osserverò la tua legge; la praticherò con tutto il cuore. 35 Guidami per il sentiero dei tuoi comandamenti, poiché in esso trovo la mia gioia. 36 Inclina il mio cuore alle tue testimonianze e non alla cupidigia. 37 Distogli gli occhi miei dal contemplare la vanità e fammi vivere nelle tue vie. 38 Sii fedele alla parola data al tuo servo, perché si abbia timor di te. 39 Allontana da me il disprezzo che mi avvilisce, perché i tuoi giudizi sono buoni. 40 Ecco, io desidero i tuoi precetti, ravvivami nella tua giustizia. (VAV) 41 Mi raggiunga la tua bontà, o SIGNORE, e salvami, secondo la tua parola; 42 e avrò di che rispondere a chi mi offende, perché confido nella tua parola. 43 Non togliere mai dalla mia bocca la parola giusta, perché spero nei tuoi giudizi. 44 Io osserverò sempre la tua legge, per l'eternità. 45 Sicuro proseguirò nella mia strada, perché ricerco i tuoi precetti. 46 Parlerò delle tue testimonianze davanti ai re e non avrò da vergognarmi. 47 Troverò gioia nei tuoi comandamenti, perché li amo. 48 Alzerò le mie mani verso i tuoi comandamenti che amo e mediterò sui tuoi statuti. (ZAIN) 49 Ricòrdati della parola data al tuo servo, con la quale mi hai fatto sperare. 50 Questo mi è di conforto nell'afflizione, che la tua parola mi fa vivere. 51 I superbi mi coprono di scherno, ma io non mi svio dalla tua legge. 52 Ricordo i tuoi giudizi antichi, o SIGNORE, e mi consolo. 53 Grande sdegno mi prende a causa degli empi che abbandonano la tua legge. 54 I tuoi statuti sono per me dei cantici, nella casa dove sono ospite. 55 Ricordo il tuo nome nella notte, o SIGNORE, e osservo la tua legge. 56 Ho questo conforto, che osservo i tuoi precetti. (HET) 57 Il SIGNORE è la mia parte; ho promesso di osservare le tue parole. 58 Ti ho supplicato con tutto il cuore: «Abbi pietà di me, secondo la tua parola». 59 Ho esaminato le mie vie e ho orientato i miei passi verso le tue testimonianze. 60 Senza indugiare, mi sono affrettato a osservare i tuoi comandamenti. 61 Le corde degli empi mi hanno avvinghiato, ma io non ho dimenticato la tua legge. 62 A metà della notte mi alzo per lodarti a motivo dei tuoi giusti giudizi. 63 Io sono amico di tutti quelli che ti temono, di quelli che osservano i tuoi precetti. 64 SIGNORE, la terra è piena della tua bontà; insegnami i tuoi statuti. (TET) 65 Tu hai fatto del bene al tuo servo, o SIGNORE, secondo la tua parola. 66 Concedimi senno e intelligenza, perché ho creduto nei tuoi comandamenti. 67 Prima di essere afflitto, andavo errando, ma ora osservo la tua parola. 68 Tu sei buono e fai del bene; insegnami i tuoi statuti. 69 I superbi inventano menzogne contro di me, ma io osservo i tuoi precetti con tutto il cuore. 70 Il loro cuore è insensibile come il grasso, ma io mi diletto nella tua legge. 71 È stata un bene per me l'afflizione subita, perché imparassi i tuoi statuti. 72 La legge della tua bocca per me vale più di migliaia di monete d'oro e d'argento. (IOD) 73 Le tue mani mi hanno fatto e formato; dammi intelligenza e imparerò i tuoi comandamenti. 74 Quelli che ti temono mi vedranno e si rallegreranno, perché ho sperato nella tua parola. 75 Io so, SIGNORE, che i tuoi giudizi sono giusti, e che mi hai afflitto nella tua fedeltà. 76 La tua bontà sia il mio conforto, secondo la parola data al tuo servo. 77 Venga su di me la tua compassione, e vivrò; perché la tua legge è la mia gioia. 78 Siano confusi i superbi, che mentendo mi opprimono; ma io medito sui tuoi precetti. 79 Si rivolgano a me quelli che ti temono e quelli che conoscono le tue testimonianze. 80 Sia perfetta la mia ubbidienza ai tuoi statuti perché io non sia confuso. (CAF) 81 L'anima mia vien meno nell'attesa della tua salvezza; io spero nella tua parola. 82 Si spengono i miei occhi desiderosi della tua parola, mentre dico: «Quando mi consolerai?» 83 Poiché io sono divenuto come un otre affumicato; ma non dimentico i tuoi statuti. 84 Quanti sono i giorni del tuo servo? Quando punirai quelli che mi perseguitano? 85 I superbi mi hanno scavato delle fosse; essi non agiscono secondo la tua legge. 86 Tutti i tuoi comandamenti sono fedeltà; costoro mi perseguitano a torto; soccorrimi! 87 Per poco non mi hanno eliminato dalla terra; ma io non ho abbandonato i tuoi precetti. 88 Rendimi la vita secondo la tua bontà e io osserverò la testimonianza della tua bocca. (LAMED) 89 Per sempre, SIGNORE, la tua parola è stabile nei cieli. 90 La tua fedeltà dura per ogni generazione; tu hai fondato la terra ed essa sussiste. 91 Tutto sussiste anche oggi secondo le tue leggi, perché ogni cosa è al tuo servizio. 92 Se la tua legge non fosse stata la mia gioia, sarei già perito nella mia afflizione. 93 Mai dimenticherò i tuoi precetti, perché per mezzo di essi tu mi dai la vita. 94 Io sono tuo, salvami, perché ho ricercato i tuoi precetti. 95 Gli empi si sono appostati per farmi perire, ma io medito sulle tue testimonianze. 96 Ho visto che ogni cosa perfetta ha un limite, ma il tuo comandamento è senza limiti. (MEM) 97 Oh, quanto amo la tua legge! È la mia meditazione di tutto il giorno. 98 I tuoi comandamenti mi rendono più saggio dei miei nemici; perché sono sempre con me. 99 Ho più conoscenza di tutti i miei maestri, perché le tue testimonianze sono la mia meditazione. 100 Ho più saggezza dei vecchi, perché ho osservato i tuoi precetti. 101 Ho trattenuto i miei piedi da ogni sentiero malvagio, per osservare la tua parola. 102 Non mi sono allontanato dai tuoi giudizi, perché tu mi hai istruito. 103 Oh, come sono dolci le tue parole al mio palato! Sono più dolci del miele alla mia bocca. 104 Mediante i tuoi precetti io divento intelligente; perciò detesto ogni doppiezza. (NUN) 105 La tua parola è una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero. 106 Ho giurato, e lo manterrò, di osservare i tuoi giusti giudizi. 107 Io sono molto afflitto; SIGNORE, rinnova la mia vita secondo la tua parola. 108 SIGNORE, gradisci le offerte volontarie delle mie labbra e insegnami i tuoi giudizi. 109 La mia vita è sempre in pericolo, ma io non dimentico la tua legge. 110 Gli empi mi hanno teso dei lacci, ma io non mi sono allontanato dai tuoi precetti. 111 Le tue testimonianze sono la mia eredità per sempre, esse sono la gioia del mio cuore. 112 Ho messo il mio impegno a praticare i tuoi statuti, sempre, sino alla fine. (SAMEC) 113 Io detesto gli uomini non sinceri, ma amo la tua legge. 114 Tu sei il mio rifugio e il mio scudo; io spero nella tua parola. 115 Allontanatevi da me, malvagi; io osserverò i comandamenti del mio Dio. 116 Sostienimi secondo la tua parola, perché io viva; non rendermi confuso nella mia speranza. 117 Sii il mio sostegno, e sarò salvo, terrò sempre i tuoi statuti davanti agli occhi. 118 Tu disprezzi quanti si sviano dai tuoi statuti, perché il loro inganno è perfidia. 119 Tu getti via come scorie tutti gli empi dalla terra; perciò amo le tue testimonianze. 120 Tu mi fai rabbrividire di paura; io temo i tuoi giudizi. (AIN) 121 Mi sono comportato secondo il diritto e la giustizia; non abbandonarmi ai miei oppressori. 122 Garantisci sicurezza al tuo servo e non lasciare che i superbi mi opprimano. 123 Si spengono i miei occhi desiderando la tua salvezza e la parola della tua giustizia. 124 Agisci verso il tuo servo secondo la tua bontà e insegnami i tuoi statuti. 125 Io sono tuo servo; dammi intelligenza perché possa conoscere le tue testimonianze. 126 È tempo che il SIGNORE agisca; essi hanno annullato la tua legge. 127 Perciò io amo i tuoi comandamenti più dell'oro, più dell'oro finissimo. 128 Per questo ritengo giusti tutti i tuoi precetti e odio ogni sentiero di menzogna. (PE) 129 Le tue testimonianze sono meravigliose; perciò l'anima mia le osserva. 130 La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. 131 Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi comandamenti. 132 Volgiti a me e abbi pietà, come usi fare con chi ama il tuo nome. 133 Guida i miei passi nella tua parola e non lasciare che alcuna iniquità mi domini. 134 Liberami dall'oppressione degli uomini e osserverò i tuoi precetti. 135 Fa' risplendere il tuo volto sul tuo servo, e insegnami i tuoi statuti. 136 Fiumi di lacrime mi scendono dagli occhi, perché la tua legge non è osservata. (SADE) 137 Tu sei giusto, SIGNORE, e retti sono i tuoi giudizi. 138 Tu hai prescritto le tue testimonianze con giustizia e con grande fedeltà. 139 Il mio zelo mi consuma perché i miei nemici hanno dimenticato le tue parole. 140 La tua parola è pura d'ogni scoria; perciò il tuo servo l'ama. 141 Sono piccolo e disprezzato, ma non dimentico i tuoi precetti. 142 La tua giustizia è una giustizia eterna e la tua legge è verità. 143 Affanno e tribolazione m'hanno còlto, ma i tuoi comandamenti sono la mia gioia. 144 Le tue testimonianze sono giuste in eterno; dammi intelligenza e io vivrò. (QOF) 145 Io grido con tutto il cuore; rispondimi, SIGNORE! Osserverò i tuoi statuti. 146 Io t'invoco; salvami, e osserverò le tue testimonianze. 147 Mi alzo prima dell'alba e grido; io spero nella tua parola. 148 Gli occhi miei prevengono le veglie della notte, per meditare la tua parola. 149 Ascolta la mia voce secondo la tua bontà; SIGNORE, fammi vivere secondo la tua giustizia. 150 Si avvicinano quelli che vanno dietro all'infamia: essi sono lontani dalla tua legge. 151 Tu sei vicino, SIGNORE, e tutti i tuoi comandamenti sono verità. 152 Da lungo tempo conosco le tue testimonianze che hai stabilite in eterno. (RES) 153 Considera la mia afflizione e liberami; perché non ho dimenticato la tua legge. 154 Difendi tu la mia causa e riscattami; dammi la vita secondo la tua parola. 155 La salvezza è lontana dagli empi, perché non cercano i tuoi statuti. 156 Le tue compassioni sono grandi, SIGNORE; dammi la vita secondo i tuoi giudizi. 157 I miei persecutori e i miei avversari sono tanti, ma io non devio dalle tue testimonianze. 158 Ho visto i traditori e ne ho provato orrore, perché non osservano la tua parola. 159 Vedi come amo i tuoi precetti! SIGNORE, dammi la vita secondo la tua bontà. 160 La somma della tua parola è verità; tutti i tuoi giusti giudizi durano in eterno. (SIN) 161 I potenti mi hanno perseguitato senza ragione, ma il mio cuore ha timore delle tue parole. 162 Gioisco della tua parola, come chi trova un grande bottino. 163 Odio e detesto la menzogna, ma amo la tua legge. 164 Io ti lodo sette volte al giorno per i tuoi giusti giudizi. 165 Grande pace hanno quelli che amano la tua legge e non c'è nulla che possa farli cadere. 166 Io ho sperato nella tua salvezza, SIGNORE, e ho messo in pratica i tuoi comandamenti. 167 La mia anima ha osservato le tue testimonianze, e io le amo molto. 168 Ho osservato i tuoi precetti e le tue testimonianze, perché tutte le mie vie ti stanno davanti. (TAV) 169 Giunga il mio grido fino a te, SIGNORE; dammi intelligenza secondo la tua parola. 170 Giunga la mia supplica in tua presenza; liberami secondo la tua parola. 171 Le mie labbra esprimeranno la tua lode, perché tu m'insegni i tuoi statuti. 172 La mia lingua celebrerà la tua parola, perché tutti i tuoi comandamenti sono giustizia. 173 La tua mano mi aiuti, perché ho scelto i tuoi precetti. 174 Io bramo la tua salvezza, SIGNORE, e la tua legge è la mia gioia. 175 L'anima mia viva, ed essa ti loderà; e mi soccorrano i tuoi giudizi. 176 Io vado errando come pecora smarrita; cerca il tuo servo, perché io non dimentico i tuoi comandamenti. !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! In base a questo e a quello che vedo le persone normali che in realtà sono la maggioranza sono :con corpi imperfetti di diversa struttura e statura,con diversità di colore della pelle e razziale,con problematiche di salute e deficit svariati, infine come dice la scrittura tutti hanno peccato e : Romani 3 10 com'è scritto: «Non c'è nessun giusto, neppure uno. 11 Non c'è nessuno che capisca, non c'è nessuno che cerchi Dio. 12 Tutti si sono sviati, tutti quanti si sono corrotti. Non c'è nessuno che pratichi la bontà, no, neppure uno». 13 «La loro gola è un sepolcro aperto; con le loro lingue hanno tramato frode». «Sotto le loro labbra c'è un veleno di serpenti». 14 «La loro bocca è piena di maledizione e di amarezza». 15 «I loro piedi sono veloci a spargere il sangue. 16 Rovina e calamità sono sul loro cammino 17 e non conoscono la via della pace». 18 «Non c'è timor di Dio davanti ai loro occhi». 21 Ora però, indipendentemente dalla legge, è stata manifestata la giustizia di Dio, della quale danno testimonianza la legge e i profeti: 22 vale a dire la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo, per tutti coloro che credono - infatti non c'è distinzione: 23 tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio - 24 ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. 25 Dio lo ha prestabilito come sacrificio propiziatorio mediante la fede nel suo sangue, per dimostrare la sua giustizia, avendo usato tolleranza verso i peccati commessi in passato, 26 al tempo della sua divina pazienza; e per dimostrare la sua giustizia nel tempo presente affinché egli sia giusto e giustifichi colui che ha fede in Gesù. Romani 5 12 Perciò, come per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e per mezzo del peccato la morte, e così la morte è passata su tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato... 13 Poiché, fino alla legge, il peccato era nel mondo, ma il peccato non è imputato quando non c'è legge. 14 Eppure, la morte regnò, da Adamo fino a Mosè, anche su quelli che non avevano peccato con una trasgressione simile a quella di Adamo, il quale è figura di colui che doveva venire. 15 Però, la grazia non è come la trasgressione. Perché se per la trasgressione di uno solo, molti sono morti, a maggior ragione la grazia di Dio e il dono della grazia proveniente da un solo uomo, Gesù Cristo, sono stati riversati abbondantemente su molti. 16 Riguardo al dono non avviene quello che è avvenuto nel caso dell'uno che ha peccato; perché dopo una sola trasgressione il giudizio è diventato condanna, mentre il dono diventa giustificazione dopo molte trasgressioni. 17 Infatti, se per la trasgressione di uno solo la morte ha regnato a causa di quell'uno, tanto più quelli che ricevono l'abbondanza della grazia e del dono della giustizia regneranno nella vita per mezzo di quell'uno che è Gesù Cristo. 18 Dunque, come con una sola trasgressione la condanna si è estesa a tutti gli uomini, così pure, con un solo atto di giustizia, la giustificazione che dà la vita si è estesa a tutti gli uomini. 19 Infatti, come per la disubbidienza di un solo uomo i molti sono stati resi peccatori, così anche per l'ubbidienza di uno solo, i molti saranno costituiti giusti. 20 La legge poi è intervenuta a moltiplicare la trasgressione; ma dove il peccato è abbondato, la grazia è sovrabbondata, 21 affinché, come il peccato regnò mediante la morte, così pure la grazia regni mediante la giustizia a vita eterna, per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore. --------------------------------------------------------------------------------------- Portiamo tutte le persone a conoscere questa realtà della normalità affinchè conoscendola non si conformino a quella che il principe di questo mondo vuole imporre come standard e ciascuno consapevole della sua perfetta imperfezione e del suo stato di condannato confidi completamente in Cristo Gesù secondo le scritture per godere della sua immensa Grazia e Misericordia nel suo perfetto Amore .Vostro Barnabè Roberto

martedì 17 marzo 2015

NOZZE D'ARGENTO CON L'AGNELLO

NOZZE D'ARGENTO CON L'AGNELLO
Ieri 16 marzo 2015 a casa mia a Faenza alla benedetta presenza di una quindicina di credenti sia dell'attuale comunità che delle mie precedenti(presente anche un contatto a cui abbiamo presentato la Buona Novella) abbiamo celebrato i miei primi venticinque anni con Cristo Gesù (nato di nuovo 16 marzo 1990 Castiglione di Forlì) con canti di consacrazione,testimonianze e una magnifica torta con grande valore simbolico (foto seguenti)
Cosa è cambiato o è successo negli ultimi cinque anni seguenti alla precedente celebrazione?Principalmente ho: Ho frequentato altri convegni Hnto (accanto nell'handicap)a Poggio Ubertini,ho fatto i corsi di counseling cristiano con l'Arca Teen Challenge (primo e secondo livello a Merano o a San Benedetto sul Tronto),sono stato eletto nel direttivo comunale di una associazione di ispirazione cattolica di aiuto spirituale alle persone malate (AVULSS org. Faenza),partecipazione al consiglio delle chiese di Romagna con le attività conseguenti,oltre al servizio della mia comunità (Luce sul Santerno Imola) e al ministerio dei gedeoni e etc............ Ma quanto negli ultimi anni la mia testimonianza cristiana è stata efficace o evidente nel mondo circostante non sta a me giudicarlo, ma trovo utile esaminarmi affinchè le parole del versetto che ho scelto per questa celebrazione rappresentino una realtà che dia gloria all'Eterno e non solo uno slogan o un desiderio virtuale che non portino frutto nella loro sterilità Sono consapevole di ciò che è accaduto 25 anni fa ?:
Sono consapevole come è il mio attuale rapporto personale con il mio Signore e Salvatore dopo tanti anni alla sua presenza ? Dare una risposta sincera e giusta a ciò la trovo difficile perchè molte circostanze e pensieri mondani posso influenzarla ma vorrei pregare l'Eterno per il supporto del suo Spirito Santo affinchè lo step delle cosidette "Nozze d'argento con l'agnello" non siano solo un memoriale del percorso di fede passato ma uno stimolo per un nuovo inizio del mio impegno verso il corpo di Cristo e le opere di Dio che mi sono state affidate (pur nella mia debolezza) secondo la sua perfetta volontà in fiduciosa attesa del momemto che sarò e godrò della sua immensa e magnifica presenza assieme a tutti gli eletti di ogni popolo e nazione .Sperando che queste mie riflessioni vi siano di stimolo e incoraggiamento vi saluto; il vostro fratello Barnabè Roberto