domenica 1 novembre 2009

Domenica prigioniera 1-11-2009

Domenica prigioniera 1-11-2009

Che domenica strana questo primo novembre schiava del mio corpo,come avete visto nel post “colpito da nuova spina nella carne” di un altro mio blog

http://blog.libero.it/FEDEconMALATTIA/7907620.html
negli esami urgenti che ho fatto mi è stata diagnosticata una glicemia di oltre 400 e un emoglobina glicata di oltre 11,in pratica gravissimi e pericolosissimi valori di diabete scompensato. Venerdì sono andato dal medico di base che mi ha prescritto una visita urgente diabetologica,peccato che andato al centro diabetologico faentino ho scoperto che è chiuso fino a lunedì,così ieri ho chiamato una sorella della mia comunità di Castrocaro Ester che è farmacista per un aiuto,così lei mi ha consigliato di andare in una farmacia per fare un esame della glicemia,peccato però che nella farmacia dove era possibile farlo mi hanno detto che era troppo tardi per farlo???? Così ho chiamato la guardia medica che chiedendomi come stavo verificando i sintomi manifestati mi ha detto che non ero più in situazione critica ma che dovevo stare riguardato e non allontanarmi perchè in caso di crisi potevo andare in pronto soccorso in tempi brevi. Così ho chiamato la sorella Ester per avvisarla che non potevo andare in auto al culto a Castrocaro anche perchè non poteva venire con me Sara (a Napoli perchè sua madre è grave)e per timore che mi potesse venire una crisi diabetica (non conoscendo il perchè di questo scompenso seguendo da anni una ferrea dieta ed essendo calato di 8 kg negli ultimi mesi come si può vedere dalla foto) pericolosa alla guida. Ieri sera mi ha chiamato il fratello Iader della comunità di Imola per chiedere notizie e offrirmi aiuto cui ho manifestato l'impossibilità di allontanarmi da Faenza. Una giornata pessima ieri perchè ho saputo anche della morte della suocera di mio fratello ,tutto ciò non mi ha permesso la scorsa notte di dormire molto ma per fortuna mi ha accompagnato e mi accompagna tuttora il meraviglioso sottofondo della radio cristiana CRC (siano benedetti per la loro opera i tanti fratelli che ho incontrato a Bellaria in occasione del cinquantenario di cui mi pregio di averne qualcuno come amico in Facebook) Così oggi anche se non sarò presente materialmente ad un culto il mio cuore e il mio Spirito sarà con ogni sorella e fratello che si ritroverà per glorificare e magnificare il nostro Signore e Salvatore Cristo Gesù con canti,inni,salmi preghiere ricevendo dalla manifestazione della Parola edificazione e sprone per continuare nella vita quotidiana il nostro cammino di testimonianza efficace per rendere gloria all'Eterno. Auguro così una buona e proficua settimana nella pace del Signore a tutti sperando che troviate un attimo per intercedere presso il Padre per i sanitari che domattina dovranno esaminarmi.


Salmo 41:1/4-10/13

Beato chi ha cura del povero!

Nel giorno della sventura il Signore lo libererà.

Il Signore lo proteggerà e lo manterrà in vita;

egli sarà felice sulla terra,

e tu non lo darai in balia dei suoi nemici.

Il Signore lo sosterrà quando sarà a letto ammalato;

tu lo consolerai nella sua malattia.

Io ho detto:” O Signore,abbi pietà di me,

guariscimi ,perchè ho peccato contro di te “........

Ma tu ,o Signore abbi pietà di me e rialzami,

e io renderò quello che si meritano.

Così saprò che tu mi gradisci:

se il mio nemico non trionferà su di me.

Tu mi sosterrai nella mia integrità

e mi accoglierai nella tua presenza per sempre.

Sia benedetto il Signore,

il Dio d'Israele,ora e sempre.

Amen!Amen!


Un caloroso abbraccio e bacio fraterno carissimi

da Barnabè Roberto



2 commenti:

evangelico faentino ha detto...

carissimi
prima di tutti vorrei grandemente magnificare e glorificare il Signore nostro l'Eterno l'Iddio Onnipotente e Onnisciente perchè mi ha preservato (ancora una delle tante volte) dalla possibilità di coma diabetico o di altre gravi conseguenze fisiche dovute alla grossa crisi glicemica riscontrata dieci giorni prima del controllo nel centro antidiabetico e poi per la gravità della situazione del sucessivo ricovero di luned' scorso 2 novembre presso la medicina di urgenza dell'ospedale di Faenza dove mi hanno riscontrato (dalla cartella clinica) "DIABETE DI TIPO 2 SCOMPENSATO ALL'ESORDIO CON DISITRAZIONE IPOTONICA E MARCATA IPOPOTASSEMIA ,GASTRITE CRONICA"In questi giorni fino alle dimissioni di ieri giovedì 5 novembre sono stato grandemente assistito dal reparto e dai famigliari ma più sorprendente dal grande amore fraterno testimoniatomi direttamente dai fratelli e sorelle delle mie comunità di Castrocaro Terme ed Imola,da mia moglie Tina (per chi non la conosce è diventata anche mia amica in Facebook ) dalle preghiere di diversi credenti in diverse parti d'Italia e del mondo,dai messaggi sms con versetti biblici che quasi quotidiamente ricevo nel mio cellulare da Giovanna una credente siciliana cne non conosco personalmente (ma in ciò spiritualmente si)che avrà visto la mia storia nel web e la visita odierna a domicilio di fratelli di Manfredonia (il padre e il fratello di Ester una credente abitante a Faenza che con il marito frequenta la chiesa di Imola) che mi hanno testimoniato con passione e sincerità l'amore cristiano reale e tanti altri sono stati gli attestati cui non riuscirò a ringraziare e rendere testimoniaza in modo sufficente.La mia ultima Preghiera che vi chiedo è che la terapia antidiabetica orale (datami per i mei problemi neurologici) sia completamente sufficente per proseguire la mia vita quotidiana e il mio cammino al servizio di Cristo nel migliore dei modi e perchè possa continuare a godere ancora in modo così potente della Comunione fraterna di cui mi sento molto beneficiato ora.
Con profonda gratitudine un abbraccio e un bacio fraterno
da Roberto Barnabè

evangelico faentino ha detto...

Roberto Barnabè Questi problemi di salute degli ultimi tempi mi hanno creato complicazioni alla vista;l'oculista mi ha prescritto lenti di 4,5 per la lettura e di 2 per la visione a distanza